il coro

Come nascono gli Hope Singers

"Perchè non facciamo un Coro Gospel? Io trovo le persone, tu ci insegni le musiche...

ho già l'armonizzazione di "Oh happy day!"

 

Esperienze da ricordare...

Da questa proposta, fatta a Margherita Chiminelli nel 1994 ed accolta come per gioco, nascono gli Hope Singers: un gruppo di giovani accomunati dalla passione per la musica Gospel.

In questi anni il coro si è esibito in moltissimi concerti, non solo in Lombardia ma anche in Toscana, in Emilia Romagna, in Piemonte e nel Molise, sempre sotto la guida di Margherita Chiminelli, musicista diplomata in Violoncello e canto lirico, artista stabile del coro del Teatro alla Scala di Milano.

 

Il coro si avvale della preziosa collaborazione di Alessandro Foresti, compositore e organista, che cura le armonizzazioni e gli arrangiamenti di tutto il repertorio del coro e che, durante il concerto, arricchisce ulteriormente con improvvisazioni alla tastiera.

 

Dal nucleo originario di brani prettamente spiritual e gospel, il coro ha via via ampliato il proprio repertorio, dando origine a concerti altamente caratterizzati, che abbracciano canti della cultura greca, cipriota, ucraina, spagnola, africana, tutti in lingua originale.

 

  • 1998, il coro ha partecipato al III concorso nazionale di Quarona Sesia (Vercelli) aggiudicandosi il secondo premio per la categoria Spirituals.
  • Nel 2002 la sezione femminile ha partecipato a Ire Strigatum cimentandosi con gli arcaismi del canto gregoriano.
  • Il coro ha collaborato al festival di primavera “Crucifixus” nelle edizioni 2003, 2004 e 2005.

 

Il coro, nel 2012, ha organizzato “VALCAMONinGOSPEL” : il primo Seminario di musica Gospel in Valle Camonica, presso l’Eremo dei Santi Pietro e Paolo di Bienno

L’evento, già alla Seconda edizione, ha avuto il piacere di ospitare:

 

  • nel 2012, il Maestro americano Nohemian Brown: cantante, pianista, compositore ed insegnante di canto)
  • nel 2014, il Maestro Joel Polo: cantante, pianista e compositore.

Hanno detto di noi...

“...Esecuzioni pulite ed equilibrate, realizzate con grande naturalezza e simpatia. Bella anche la sorpresa di coristi che si trasformano in strumentisti per allargare il campo d'azione del coro, dal Gospel originario alle musiche dal mondo....”

e-mail dal pubblico

“...è stato un concerto molto emozionante, carico di poesia e sentimento....”

e-mail dal pubblico

“...Strumenti e voci perfettamente armonizzati....la loro esibizione si contraddistingue puntualmente per un effetto complessivo suggestivo e per la varietà sonora....un appuntamento speciale all’insegna della buona musica e del bel canto.....”

servizio tg di Più Valli TV.